Amate il vostro giardino tanto da decidere che sarete voi e solo voi, non un giardiniere professionista, a curarlo e a renderlo sempre più bello con amore, dedizione e pazienza?

Tralasciando gli aspetti romantici nella cura del giardino, è bene ricordare che si tratta invece di un’operazione tutt’altro che facile e riposante, anzi è faticosa e spesso anche a rischio se non si sanno riconoscere, scegliere e usare gli strumenti più confacenti anzitutto alle nostre abilità fisiche, e poi alla disponibilità di tempo e di budget come ci indica il sito https://miglioretagliasiepi.it/

Non parliamo di cesoie, rastrelli, innaffiatoi bensì di strumenti che utilizzano tre tipologie diverse di alimentazione: a motore, elettrici, o a batteria, e dotati di lame e di un peso che se resta sotto i 4 chili circa può essere gestito ancora facilmente ma se ha pesi maggiori diventa problematico e pericoloso senza l’assunzione delle dovute cautele e tutele.

Altra caratteristica importante se si tratta del modello a batteria, è che in certi modelli proprio la batteria va acquistata separatamente con un lievitare del costo finale, ed è proprio la capacità di autonomia che viene garantita per evitare la sorpresa di restare con il lavoro non finito e fermo fino a quando l’attrezzo non sia ricaricato.

Se poi la siepe raggiunge una altezza elevata, diventa necessario servirsi di un tagliasiepi telescopico e dotarsi di una scala sufficientemente alta per portarci al punto desiderato ma molto stabile e sicura, di una copertura per il viso e per le mani.

 

Resta comunque un elemento prioritario decidere l’acquisto solo dopo aver valutato le dimensioni del giardino da curare.
Con dimensioni piccole e poco impegnative può bastare un tagliasiepi elettrico, il più diffuso e da utilizzare per interventi che richiedono poco dispendio di energie e di tempo; per giardini più grandi è meglio dotarsi del modello a motore alimentato a miscela che offre maggiore potenza e permette interventi più grandi e con difficoltà maggiori; per scopi amatoriali e interventi modesti su giardini di piccole dimensioni, il modello a batteria può essere sufficiente.